psicologia sociale

Term
1 / 159
perché esistono gli schemi, quali sono le loro funzioni?
Click the card to flip 👆
Terms in this set (159)
gli schemi guidano l'assimilazione di nuove informazioni, privilegiando quelle congruenti con lo schema. in caso di informazioni ambigue, le aspettative determinate dagli schemi scartano informazioni difficilmente compatibili con gli schemi. essi creano delle aspettative a riguardo il comportamento altrui. l'effetto di perseveranza, cioè gli schemi che persistono anche quando vengono disconfermati dalle informazioni nuove.
l'esperimento di Rosenthalcreare aspettative su alunni "promettenti", a fine anno quegli alunni sono realmente i migliori. le aspettative influenzano il comportamento degli insegnanti.cosa sono le euristiche?particolari meccanismi cognitivi, scorciatoie che le persone seguono per formulare giudizi e per prendere le decisioni in maniera rapida e per rispondere a domande. sono dunque escamotage mentali che portano a conclusioni veloci con il minimo sforzo cognitivo.quando basiamo i nostri giudizi sulla facilità con la quale possiamo richiamare qualcosa alla mente. viene utilizzata per stimare la probabilità di successo, la frequenza di una categoria o l'associazione tra due fenomeni. per esempio se domandiamo a un gruppo di persone se in italia ci sono più medici uomini o donne, ognuno risponderà in base alla propria esperienza e facilità con cui richiama una delle due immagini.euristica della disponibilitàquesta scorciatoia mentale consiste nel fare inferenze sulla probabilità che uno stimolo (persona, evento, oggetto...) appartenga a una determinata categoria. formuliamo giudizi confrontando qualcuno con un prototipo o stereotipo che abbiamo su una categoria.euristica della rappresentativitàè la tendenza a stimare la probabilità di un evento in base alla facilità con cui possiamo immaginarlo.. più è facile creare un'immagine mentale di esso più è probabile che si creda che un tale evento sia possibile. consiste anche nell'immaginare come si sarebbero potuti verificare risultati diversi da quelli che si sono effettivamente verificati- cerchiamo alternative ai fatti o alle circostanze passati o presenti (se avessi...se fossi...).euristica del pensiero controfattualescorciatoia cognitiva in cui le inferenze/deduzioni sono collegate informazioni iniziali o a schemi. l'informazione iniziale esercita una notevole influenza e i giudizi successivi non si spostano mai più di tanto da essa.euristica dell'ancoraggio e aggiustamentogiudizi e decisioni sono prese a partire dalle emozioni suscitateeuristica dell'affettoun giudizio con il quale sovrastimiamo il gradi di accordo che gli altri hanno con noi. deduciamo le loro convinzioni, opinioni e pensieri secondo i nostri e creiamo questo falso consensol'effetto del falso consensonelle stime di frequenza dovuti all'euristica della disponibilità si verificano varie tendenze. Quali?-sovrastima di eventi salienti o strani o estremi -sovrastima dei propri contributi -sovrastima delle opinioni in accordo con la propriaDescriva la ricerca di Medvec e coll (1995) riguardante le reazioni emotive di atleti che vinsero medaglie d'argento o di bronzo alle Olimpiadi del 1992. Con quale euristica possono essere spiegati?euristica della simulazione o del ragionamento controfattualedistorsione cognitiva, deviazione, inclinazione, errore sistematico di pensiero. sono influenzati dai seguenti fattori: esperienza personale; contesto culturale e credenze; contesto sociale; schemi mentali.bias cognitiviChe cosa è la dissonanza cognitiva? Esempiè l'eventuale incoerenza fra ciò che si pensa che sia giusto e ciò che si fa, che crea uno stato di disagio/tensione. un esempio è il caso delle persone che fumano anche se sanno che fumare fa male.Le principali strategie per ridurre la dissonanza cognitivain 3 modi: producendo un cambiamento nell'ambiente; modificando il comportamento; modificando il proprio atteggiamento/credenza.Definire il concetto di dissonanza cognitiva e il paradigma sperimentale utilizzato da Festinger e Carlsmith per dimostrarlola dissonanza cognitiva è l'incoerenza fra ciò che si pensa sia giusto e ciò che si fa, festinger e carlsmith fecero un esperimento basato su un accordo forzato, ovvero una situazione in cui una persona è indotta con incentivi di vario ordine, in questo caso con dei soldi, a sostenere una tesi o a giocare un ruolo in contrasto con le sue idee, e quindi formando una dissonanza cognitiva. il risultato fu che il cambiamento di atteggiamento è maggiore quando la ricompensa offerta per la comunicazione contro-attitudinale è minoreDefinire il bisogno di chiusura cognitiva (BCC).desiderio degli individui di avere una risposta sicura ad una domanda e alla loro avversione per l'ambiguità. ha 2 componenti: urgenza: afferrare la prima informazione disponibile; permanenza: congelare e preservare la soluzione raggiuntaQuali sono le tendenze del BCC?con una BCC elevata si tenderà a essere impulsivi o impazienti, rigidi di pensiero e riluttanti ad accettare punti diversi dal proprio. un BCC basso porta le persone a sentire l'incertezza e la riluttanza ad assumere una posizione definitiva, sospendono il giudizio e producono opinioni alternative.La teoria di Forgasil modello dell'infusione dell'affetto: gli stati affettivi e le emozioni influenzano il nostro pensiero e il nostro giudizioLe dimensioni culturali di Hofstedeindividualismo vs collettivismo: la prima è una struttura sociale e visione del mondo in cui le persone attribuiscono maggiore importanza a emergere come individui che a essere membri di un gruppo. nel collettivismo invece si da maggiore importanza all'appartenenza; mascolinità vs femminilità: la mascolinità fa riferimento al grado in cui le culture sostengono le differenze di genere ed è definita dai valori del potere, della sicurezza di sé, dell'ambizione, mentre la femminilità è caratterizzata dai valori dell'armonia, bellezza e nutrimento; bassa vs alta distanza gerarchica o la distanza dal potere: fa riferimento al grado in cui differenti culture mantengono o incoraggiano il potere e le differenze di status tra persone; intolleranza vs tolleranza dell'incertezza: descrive il grado in cui le diverse culture sviluppano dispositivi per gestire l'ansia e lo stress generati dall'incertezza.consiste nel selezionare le informazioni in modo da porre maggiore attenzione su quelle che confermano le proprie convinzioni e, viceversa, ignorare o sminuire quelle che contraddicono.bias di confermaapprezziamo nell'altro aspetti simili a quelli che riconosciamo in noi stessibias per somiglianzaapprezziamo i tratti di personalità diametralmente opposti ai nostribias per contrastoci porta a pensare che i risultati positivi che otteniamo siano solo merito nostro, e che i risultati meno buoni siano causati da fatti esterni. ci attribuiamo successi e comportamenti positivi mentre proiettiamo sugli altri i fallimenti.bias egocentricosiamo indotti a ricordare e condividere maggiormente i nostri successi, rispetto ai nostri fallimenti.bias del pavoneè la tendenza ad avere un'eccessiva stima delle proprie capacità e un'eccessiva fiducia in noi stessi.overconfidence biasla tendenza a ricordare in modo errato i nostri comportamenti, atteggiamenti o opinioni passati, in modo da farli assomigliare a quelli presenti.bias della coerenzale cose vengono considerate in maniera più ottimistica rispetto a quanto lo siano realmente.bias dell'ottimismoconsiste nel dare più peso agli aspetti negativi rispetto a quelli positivibias della negativitàè una distorsione valutativa dovuta alla resistenza al cambiamento: esso spaventa e perciò si tende a mantenere le cose così come stannobias dello status quotendenza a evitare le perdite di denaro piuttosto che ottenere dei guadagnibias dell'avversione alle perditeconsiste nella convinzione di essere più obiettivi rispetto alla maggior parte della gentebias del punto ciecole decisioni vengono prese per ottenere una immediata gratificazione, ignorando le possibilità di conseguire risultati migliori in futurobias del presentedescrive il comportamento delle persone che, spinte dalla indecisione o dalla pigrizia, finiscono per fare qualcosa semplicemente perchè tutti fanno cosi (tendenza al conformismo)l'effetto carrozzonegrazie al quale si è soliti pensare che la maggior parte delle persone la pensi come noibias di proiezione (falso consenso)è la convinzione che più informazioni recupereremo, più la nostra decisione sarà oculatabias informativofare troppo affidamento sulle prime informazioni che ci vengono fornitebias dell'ancoraggioè un bias cognitivo per il quale la percezione di un tratto è influenzata dalla percezione di uno o più altri tratti dell'individuo o dell'oggetto. es: giudicare gentile, a prima vista, un individuo di bell'aspetto.halo effectè la tendenza delle persone a credere, erroneamente, di aver saputo prevedere un evento correttamente, una volta che l'evento è ormai noto.bias del senno di poè un errore logico che consiste nel concentrarsi su persone o cose che in passato hanno superato dei processi di selezione ed ignorare completamente coloro che non li hanno superati solo perchè poco conosciutibias di sopravvivenzala tendenza a favorire il proprio gruppo di appartenenza agli altri gruppi. ci induce a sopravvalutare le capacità ed il valore del nostro gruppo, a considerare i successi del nostro gruppo come risultato delle qualità dello stesso, mentre si tende ad attribuire i successi di un gruppo estraneo a fattori esterni non insiti nelle qualità delle persone che lo compongono.bias di favoritismi per il proprio gruppola tendenza a vedere i membri dell'altro gruppo come più simili tra di loro di come lo sono in realtà.bias dell'omogeneità dell'altro gruppoChiarire la differenza tra processi automatici e processi controllatii processi automatici sono inconsapevoli e non controllabili, mentre i processi controllati sono consapevoli e intenzionali, richiedono sforzo e tempoCome può essere spiegato il fenomeno di iperaccessibilità dei pensieri che si vogliono evitare?quando si hanno dei pensieri che si vogliono evitare entrano in gioco 2 processi, il primo è quello di ricordare quali sono i pensieri da evitare, ed essendo un processo automatico avviene anche quando siamo stanchi, il secondo invece è un processo intenzionale, ed è quello della ricerca di pensieri sostitutivi, elementi di distrazione, che può essere disturbato se le risorse cognitive sono esaurite.Su quali elementi basiamo le nostre impressioni?basiamo le nostre impressioni su degli indizi visibili, quali: aspetto fisico; familiarità; ambiente; comportamento verbale e non verbale; comportamento manifesto.la salienza è la capacità di un indizio di attrarre l'attenzione all'interno del suo contesto. tanto più degli eventi sono rari o inaspettati più attirano la nostra attenzione e vengono ricordatiprincipio di salienzale persone usano le teorie implicite ingenue per comprendere il proprio mondo. sono delle credenze circa le quali tratti di personalità si accordano tra di loro a formare determinati tipi di personalità. ci permettono di andare oltre le informazioni date ( se una persona è gentile allora mi aspetto che sia anche onesta e generosa)teorie implicite di personalitàle prime impressioni plasmano l'interpretazione delle informazioni successive, i loro effetti possono resistere anche quando si scopre che l'impressione iniziale era falsa.errore di persistenza (come il bias dell'ancoraggio)riteniamo di essere gli unici che hanno pensato, fatto o desiderato una determinata cosa e che gli altri la pensano diversamente. es. non hai capito qualcosa alla lezione ma non ti va di chiedere al professore pensando che tutti gli altri abbiano capito. E' probabile che ciascun studente pensi di essere il solo a non avere capito, temendo così il giudizio da parte degli altri.ignoranza pluralisticasecondo Asch, le impressioni che si hanno su qualcuno sono influenzate dall'ordine in cui si ricevono informazioni. le prime hanno un'influenza maggiore sulla cognizione sociale.ricerche di Aschquando le informazioni ricevute per ultime hanno un'influenza maggiore sulla cognizione sociale.effetto recencyogni tratto assume un significato diverso a seconda del contesto in cui è inserito, ogni tratto contribuisce a ridefinire il contesto, si tende a completare le informazioni mancanti. i dati di ingresso si influenzano l'uno con l'altro e vengono privilegiati i processi cognitivi coinvolti che definiscono un'impressione olistica, in cui il totale è maggiore della somma delle parti.modello configurazionale (Asch)la percezione/impressione di un individuo è data dalla somma del valore associato ai tratti che attribuiamo ad essomodello algebrico (Anderson)Indica le differenze tra il Modello configurazionale (Asch) e il Modello algebrico (Anderson, 1974)nel modello di Asch ogni tratto assume un significato diverso a seconda del contesto in cui è inserito mentre nel modello algebrico la percezione di un individuo è data dalla somma del valore associato ai tratti che attribuiamo ad essoil processo di formazione di un impressione è una sequenza di fasi, prima la persona viene categorizzata in modo automatico sulla base di tratti percettivi evidenti, poi si attiva il processo di elaborazione cognitiva in base alla motivazione e alla capacità di farlo che abbiamoModello del continuum (Fiske e Neuberg, 1990)Le principali teorie di attribuzione causaleteoria di attribuzione (Heider) teoria dell'inferenza corrispondente (Jones e Davis) teoria della covariazione (Kelley) teoria di attribuzione (Weiner)Perché le persone privilegiano le spiegazioni del comportamento altrui in termini di caratteristiche interne?perchè tali spiegazioni risultano più economiche e semplici, rende possibile sperare che siano reversibili eventi irreversibili, e in ultimo perchè le persone e il loro comportamento risultano più salientiDescriva il Modello dell'inferenza corrispondente (Jones e Davis, 1965)lo scopo dell'attribuzione di causa è compiere inferenze corrispondenti, ovvero analizzare se un comportamento riflette disposizioni interne o qualità stabili. innanzitutto si deve capire l'intenzionalità, attraverso 4 punti: - libertà di scelta -aspettative di ruolo - desiderabilità sociale -effetti non in comune, quali sono gli aspetti che differenziano le situazioni? l'inferenza corrispondente è più facile quando abbiamo pochi effetti non in comune, il comportamento ha effetti che lo distinguono da altre possibili azioni.Le attribuzioni di successo e fallimento nel modello di Weinerle spiegazioni che le persone forniscono in caso di fallimento o successo si valutano su 3 dimensioni: -locus dell'attribuzione, quindi se la spiegazione è interna a noi o esterna -stabilità, quindi se la causa è stabile o instabile nel tempo -controllabilità, se le cause sono controllabili o non.Descriva e illustri con un esempio la teoria ANOVA di attribuzione (Kelley).le persone assegnano la causa del comportamento al fattore che covaria più sistematicamente con il comportamento. per formulare attribuzioni, osserviamo come il comportamento covaria a seconda della situazione, della persona e del target/stimolo/bersaglio. ogni comportamento si valuta su 3 dimensioni: -consenso: tendenza di altre persone a dare luogo alla stessa azione --> se alto--> attr. esterna -consistenza o coerenza temporale: tendenza della persona osservata a dare luogo alla stessa azione con la stessa entità/stimolo --> se bassa --> attr. circostanza -specificità o distintività: l'effetto si produce solo nei confronti della particolare entità-stimolo --> se bassa --> attr. interna il limite di questo modello è che non sempre si hanno abbastanza informazioni per valutare l'evento sulle 3 dimensioniDescrivi i principali errori o bias (tendenze sistematiche) nel processo di attribuzione-errore fondamentale di attribuzione: tendenza a sopravvalutare le cause personali rispetto a quelle ambientali. -effetto attore-osservatore: Le persone tendono a spiegare i propri comportamenti (negativi) facendo riferimento a cause o a fattori situazionali mentre i comportamenti degli altri vengono attribuiti a cause interne -bias di autocompiacimento: Le persone tendono ad attribuire agli esiti positivi di cui sono attori, cause personali (interne), mentre agli eventi negativi di cui sono attori, cause situazionali (esterne) -l'errore ultimo/definitivo di attribuzione: : Tendenza ad attribuire a fattori interni i comportamenti negativi di un gruppo diverso dal mio, e quelli positivi del mio, e ad attribuire a fattori esterni i comportamenti positivi di un altro gruppo e quelli negativi del mio gruppo.Quali sono le motivazioni non direzionali?-motivazione all'accuratezza: la percezione di dover rendere conto agli altri delle proprie scelte -bisogno di cognizione: bisogno di elaborare con cura il contenuto di messaggi -bisogno di chiusura cognitiva: desiderio degli individui di avere una risposta sicura ad una domanda e alla loro avversione per l'ambiguitàQuali effetti può avere alto bisogno di chiusura cognitiva sui processi individuali, interpersonali, e intergruppi?un elevato bisogno di chiusura cognitiva significa avere maggiore impulsività o impazienza, rigidità di pensiero e riluttanza ad accettare punti diversi dal proprio, porta ad essere influenzato maggiormente dalle prime informazioni, ad un maggior uso di stereotipi, ad un maggior desiderio di decisioni consensuali e a maggiori pressioni verso l'uniformità, questo riduce la creatività all'interno del gruppo, aumenta la stabilità delle norme e le reazioni ostili nei confronti di deviazioni e multiculturalismo.tendenza a sopravvalutare le cause personali rispetto a quelle ambientali. le persone tendono ad attribuire le cause del comportamento a caratteristiche interiori dell'attore piuttosto che a variabili situazionali. es. luca ruba la frutta perchè è disonesto (magari non ha da mangiare). anche i ruoli definiscono la persona, es. il manager è più intelligente del segretario. spesso anche agli attori vengono attribuite caratteristiche in base ai loro personaggi. l'errore fondamentale non è universale e non è determinato dalla natura umana. la forma estrema che può assumere è definita essenzialismoerrore fondamentale di attribuzioneChe cos'è l'essenzialismo?tendenza pervasiva a ritenere che il comportamento rifletta caratteristiche di fondo e immutabili, spesso innate, delle persone o dei gruppi a cui appartengono. le persona attribuiscono gli stereotipi negativi riguardanti un outgroup a qualità essenziali e immutabili della personalità dei suoi membri.Spieghi la Teoria dell'equilibrio (Heider)gli atteggiamenti degli individui all'interno di un sistema tendono a mantenere uno stato di equilibrio, di coerenza cognitiva. essa è l'impulso a mantenere i propri valori e le proprie credenze nel tempo. In un sistema vengono descritte le relazioni che esistono tra individui e tra oggetti e individui. Quando per qualche ragione l'equilibrio nel sistema viene a mancare, le persone cercano immediatamente di ripristinare una condizione di coerenza, ossia uno stato di equilibrio. La base teorica è che ogni persona mira a mantenere una stabilità psicologica, e forma le sue relazioni in base ai suoi atteggiamenti e gusti.Quali sono le condizioni che possono indurre la dissonanza?:-dissonanza post-decisionale: Le persone rifiutano di accettare di aver sbagliato per non percepire il senso di fallimento. Si cercano le strategie per giustificare la scelta -Dissonanza derivata dalla disconferma di una credenza importante: Le persone o i gruppi tendono a razionalizzare o a rafforzare le loro credenze quando ricevono le disconferme -Quando un comportamento è contrario ai propri atteggiamenti: per es. fumare anche se sappiamo che fumo fa male; mangiare i dolci anche quando vogliamo fare la dieta -Dissonanza dei soggetti forzati a compiere azioni incompatibili con i loro atteggiamenti con l'uso di ricompense (obbedienza o compiacenza indotta).- il sé individuale, basato su tratti personali che differenziano il sé dagli altri; -il sé relazionale, basato su collegamenti e relazioni di ruolo con altre persone significative; -il sé collettivo, basato sull'appartenenza a gruppi che differenziano "noi" da "loro"la forma del séautoconsapevolezza privata: i nostri pensieri, sentimenti e atteggiamenti. può indurre intensificazione degli stati affettivi e maggiore chiarezza della coscienza di sé. vedere in se stessi determinate caratteristiche importanti può migliorare la fiducia in sé, la perseveranza, l'impegno e anche la performance effettiva nello svolgere il compito. autoconsapevolezza pubblica: la nostra immagine pubblica. può indurre preoccupazioni per la valutazione, ansia e perdita temporanea dell'autostima, maggiore aderenza agli standard sociali di comportamento.2 tipi di autoconsapevolezza di séprocesso attraverso cui le persone perdono il senso della propria identità individuale in un gruppo e assumono comportamenti asociali oppure antisocialideindividuazionele persone confrontano le proprie abilità ed opinioni con quelle degli altri. avviene un confronto sociale verso l'alto quando si vuole raggiungere le mete più elevate, mentre un confronto sociale verso il basso avviene quando si vuole innalzare l'autostima.teoria del confronto sociale (festinger)gli schemi di sé includono: -sé reale (come sono) -sé ideale (come vorrei essere) -sé dovuto-normativo (come dovrei essere) sé ideale e sé dovuto sono le "guide" il confronto di sé reale con le guide porta a disagio in caso di discrepanze: -discrepanza fra sé reale-ideale= emozioni di tipo negativo associate a bassi livelli di attivazione come tristezza e depressione; -discrepanza fra sé reale-dovuto= emozioni negative caratterizzate da elevata attivazione quali ansia, preoccupazione e senso di colpa.Il modello di autoregolazione di Higgins (Teoria della discrepanza del Sé)1) il bisogno di auto-accrescimento: motivazione a sviluppare e a promuovere e mantenere un'immagine positiva di sé; 2) il bisogno di stabilità o di coerenza: le persone si impegnano nella ricerca di conferme 3) il bisogno di accuratezza e autoverificaQuali sono i motivi principali alla base del nostro concetto di sé?le persone usano strategie di regolazione del sé per portarsi al livello dei propri modelli e obiettivi per mezzo di un sistema/focus di promozione, che porta al se ideale, o un sistema di prevenzione, che porta al se dovutoLa teoria dei focus regolativi di Higginsl'insieme di giudizi valutativi che l'individuo dà di se stesso, il modo in cui ci si sente a riguardo di se stessiautostimaquando l'autostima è minacciata le persone possono: -affermare la propria competenza o il valore in qualche altra area o caratteristica -scegliere attività e situazioni in cui c'è una certa possibilità di avere successo -soffermarsi sui feedback positivi, dedicando poca attenzione a quelli negativi -concentrarsi di più su aspetti positivi di se stessi, affermandoli pubblicamenteQuali sono le strategie utilizzate dalle persone per accrescere e proteggere aspetti positivi del Sé secondo la Teoria di autoaffermazione?l'impotenza appresa si riferisce alla situazione in cui apprendiamo che non può essere fatto nulla per controllare o migliorare una data situazione, per cui tendiamo a non provarci nemmeno. alcune persone possono sembrare bloccate nei loro problemi e nelle loro situazioni negative, e non cercano una soluzioneteoria dell'impotenza appresal'autocontrollo è la capacità di regolare le emozioni, i pensieri e comportamenti di fronte alle tentazioni e impulsi. l'autocontrollo è un processo cognitivo che è necessario per regolamentare il proprio comportamento al fine di raggiungere specifici obiettivi. ego-depletion: esaurimento della capacità di autocontrolloteoria dell'autocontrolloTeorie implicite di personalità: le funzionile persone usano le teorie implicite per comprendere il proprio mondo, sono delle credenze circa le quali tratti di personalità si accordano tra di loro a formare determinati tipi di personalità. ci permettono di andare a di là delle informazioni ricevute inferendo l'esistenza di altre caratteristicheQuali errori possiamo commettere durante il processo di formazione delle impressioni?possiamo commettere: - l'errore di persistenza, ovvero che le prime impressioni plasmano l'interpretazione delle informazioni successive -falso consenso: sovrastima della condivisione di un'idea analoga alla nostra -ignoranza pluralistica: riteniamo di essere gli unici che hanno pensato, fatto o desiderato una determinata cosa e che gli altri la pensano diversamente -pensare che le caratteristiche dei componenti di gruppi diversi dal nostro siano omogenee, mentre all'interno del nostro gruppo noLe attribuzioni a proprio favore (self-serving bias)La tendenza ad attribuire i propri successi a cause interne e gli insuccessi a cause esterneLerner ha dimostrato che le persone tendono a mantenere una "credenza in un mondo giusto". Tale credenza:secondo cui il mondo è un luogo giusto e prevedibile dove le cose positive capitano alle "persone buone" e le cose negative alle "persone cattive"Quali sono le fonti di conoscenza del Sé?il concetto di Sé è frutto di un processo di costruzione di esperienze passate e presenti, vissute in diversi ruoli e contesti che si realizza nel corso di tutta l'esistenza; alcuni indizi provengono dagli altri mentre alcuni sono influenzati dalla cultura.L'effetto di ipergiustificazione.L'introduzione di ricompense può avere un effetto contrario a quello sperato, riducendo la motivazione intrinseca e il piacere che si prova nello svolgimento di un compito.A cosa si riferisce l'effetto la gloria riflessa?quando c'è un confronto su un'attività non importante per noi possiamo godere di gloria riflessa, ovvero sentirci orgogliosi e felici per un successo ottenuto non da noi, come per un familiare o amico.Quali strategie possiamo utilizzare per preservare un'immagine positiva quando qualcuno importante per noi ha avuto un risultato migliore del nostro?-esagerare l'abilità della persona in modo da sentirci anche noi superiori alla media - adottare strategie autolesive in modo da avere una giustificazione -sminuire l'importanza del compitoA cosa si riferisce il concetto "self-complexity"?ognuno di noi possiede molti aspetti di sé, utilizzando un certo numero di schemi immagazziniamo informazioni su noi stessi in modo simile a quanto facciamo per le altre personeDescrivere in che senso le strategie autolesive annullano un fallimento preservando la reputazione di un individuo. Riportare un esempio.permettono di avere una giustificazione per un eventuale fallimento. presentare ragioni per il fallimento prima ancora che si verifichi, oppure attribuzioni a fattori esterni in maniera anticipata circa un possibile proprio fallimento imminenteLa teoria del Self-monitoring (Snyder)è il controllo del nostro modo di presentarci, nell'automonitoraggio esistono differenze individuali e legate al contesto: -alto self-monitoring: le persone modificano il proprio comportamento in modo da dare agli altri l'impressione che essi ritengono sia quella richiesta dal pubblico -basso self-monitoring: le persone si comportano in maniera coerente nelle diverse situazioni.Che cos'è è stato dimostrato nell'esperimento chiamato iI "test del marshmallow" (Mischel)?è stato dimostrato che se ci si trova a dover scegliere tra una ricompensa ora o una ricompensa maggiore dopo, chi sa aspettare raggiunge molti più traguardiA che cosa si riferisce il concetto Ego-Depletion (Baumeister et al., 1998)?è l'esaurimento della capacità di controlloCome possiamo potenziare l'autocontrollo?le strategie adatte per gestire e regolare lo stress sono la meditazione e gli esercizi di mindfulnessChe cos'è mindfulness?mindfulness, o consapevolezza, consiste nel porre attenzione a quello che accade nel proprio corpo e intorno a sé, momento per momento, ascoltando accuratamente la propria esperienza, e osservandola per quello che è, senza valutarla o criticarlaCome può essere definito l'effetto Forer (chiamato anche effetto di convalida soggettiva)?è un fenomeno per il quale ogni individuo, posto di fronte a un qualsiasi profilo che crede a lui riferito, tende a immedesimarsi in esso ritenendolo preciso e accurato, senza accorgersi che quel profilo è abbastanza vago e generico da adattarsi a un numero molto ampio di persone.le fasi della ricerca1) individuare l'oggetto di interesse 2) formulare un ipotesi 3)pianificare delle procedure 4)sottoporre la proposta a un comitato etico 5)raccogliere i dati 6)analizzare i dati 7)descrivere i risultatiQuali sono i principali metodi di ricerca nell'ambito di psicologia sociale? Descriva più nel dettaglio un metodo a scelta.la psicologia sociale utilizza 3 tipi di metodi di ricerca: -metodo osservativo -metodo correlazionale -metodo sperimentale il metodo osservativo utilizza l'osservazione per rilevare le variabili oggetto d'indagine; l'osservazione può essere partecipante, dove l'osservatore è fisicamente presente nel contesto, oppure sistematica, dove gli osservatori codificano il comportamento secondo dei criteri prestabiliti. un ulteriore fase fondamentale è l'analisi di archivio, dove il ricercatore esamina dei documenti che possono essere archivi statistici, giudiziari ecc.. oppure diari o riviste. questo metodo consente di rilevare variabili comportamentali senza estrapolare il soggetto dal suo contesto naturale, però ha il limite di dipendere dalla capacità dell'osservatore di codificare correttamente le informazioniUn esempio di operativizzazione di un concetto (trasformare un concetto in una variabile).operativizzo il concetto di benessere psicologico nella variabile "numero di relazioni sociali che un individuo afferma di avere"Che cos'è una variabile?una rappresentazione misurabile di un costrutto, di tipo continue, come i tratti di personalità, o discontinue, come il numero di amicizieQuali tipi di variabili possiamo distinguere?1)variabili indipendenti, sono aspetti che cambiano spontaneamente o che possono essere manipolati 2)variabili dipendenti, variabili che cambiano in base al VI 3)covariateDiscuta i possibili vantaggi e limiti dell'uso di strumenti quantitativi e qualitativi per la produzione e analisi di dati in psicologia sociale.prendendo ad esempio lo strumento "questionario", ha il vantaggio di essere facile da somministrare a un gran numero di soggetti contemporaneamente, ma ha anche il limite si non permettere analisi profonde delle risposte . mentre per i metodi qualitativi, quali l'osservazione, è possibile fare delle analisi più profonde, ma anche il rischio di alterare i dati.Quali tipi di osservazione possiamo fare?l'osservazione può essere partecipante, dove l'osservatore è fisicamente presente nel contesto, oppure sistematica, dove gli osservatori codificano il comportamento secondo dei criteri prestabiliti. un ulteriore fase fondamentale è l'analisi di archivio, dove il ricercatore esamina dei documenti che possono essere archivi statistici, giudiziari ecc.. oppure diari o rivisteQuali sono le caratteristiche del metodo correlazionale? Descriva un esempiorileva la misura in cui due o più variabili sono in relazione tra loro attraverso il coefficiente di correlazione. es. il suono del camion dei gelati che si avvicina e l'individuo capisce che si sta avvicinandoLimite principale delle indagini correlazionali?il metodo correlazionale verifica solo il grado in cui due variabili sono associate e non perché lo sono, vi può essere infatti una terza variabile correlata ad entrambiLe tipologie di scale di misura:-nominale -ordinale -intervalli -rapporti equivalentiCome possono essere distinte le tecniche di misura degli atteggiamenti? Quali sono le categorie?-le misure caratterizzate da un alto grado di possibilità di controllo delle risposte -le misure caratterizzate da un medio livello di controllo intenzionato delle risposte -le misure con un basso o nullo livello di controllo delle risposteQuali sono le principali misure esplicite?- interviste -test -questionari -scale numeriche -differenziale semantico - liste di aggettivi - tecniche sociometriche -focus group. Quali tipi di interviste abbiamo?-non strutturata -semi-strutturata -strutturataChe cosa è un test?Il test è una misurazione obiettiva e standardizzata utilizzata per valutare le dimensioni di intelligenza, i processi cognitivi, la conoscenza, oppure i tratti di personalitàChe cos'è un questionario?è uno strumento standardizzato, composto di solito di diverse misure e scale, con domande aperte o chiuse. la lunghezza è variabile ma non supera i 30 minuti.In che cosa consiste una scala ti tipo Likert?formulare un certo numero di affermazioni che esprimono un atteggiamento positivo e negativo rispetto ad uno specifico oggettoDescriva la scala di Guttman.è una scala cumulativa composta da un insieme di items i cui contenuti sono tali da rappresentare un crescendo (o un diminuendo) di un determinato atteggiamento.Descriva la scala di distanza sociale di Bogardusè una scala di prova psicologica creata per misurare la buona volontà della gente di partecipare a contatti sociali di vari gradi di vicinanza con membri di gruppi sociali vari, come gruppi razziali ed etnici.Che cosa comprende e misura il differenziale semantico?una tecnica per la misura dei significati più impliciti su 3 dimensioni: valutazione, potenza e attivitàQuali sono i tipi di domande che possiamo trovare nei questionari?aperte o chiuse suddivise in dicotomiche, politomiche o multipleAlcune delle regole per formulare le domande del questionariole domande devono essere chiare e ben focalizzate, con un linguaggio adatto e semplice, evitando di influenzare la rispostaCosa dovrebbe contenere ogni questionario all'inizio?All'inizio è utile inserire un preambolo introduttivo dove vengono brevemente illustrati obiettivi e finalità dell'indagine, indicati i promotori della ricerca e garantita la riservatezza dell'intervistato e richiesto il consenso informato ad utilizzare le informazioni raccolte in forma anonima.A cosa si riferisce CAWI (Computer Assisted Web Interview) e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?è una tecnica di rilevazione che utilizza internet come canale di somministrazione. il problema è l'autoselezione dei rispondenti e quindi di rappresentatività statistica del campione selezionato, mentre facilità la fruizione eliminando l'ostacolo del dover essere nello stesso posto dell'intervistatoQuali sono le misure degli atteggiamenti con basso o nullo controllo delle risposte?-misure fisiologiche -paradigmi sperimentali -IAT -stroop test -shoot test -strumenti di neuroscienzeDescriva l'Implicit Association Test (IAT)E' uno strumento per studiare gli atteggiamenti e le opinioni implicite delle persone, viene somministrato attraverso il computer e consiste in una serie di prove di categorizzazione, gli stimoli sono parole o immagini appartenenti a 4 categorieQuale tipo di campionamento dei soggetti possiamo fare?probabilistico o nonQuale tipo di campionamento probabilistico abbiamo, e quale non probabilistico?probabilistico: -casuale semplice -sistematico -stratificato -a gruppi non probabilistico: -campionamento di convenienza -a valanga -a quoteChe cos'è attendibilità di una misura?Per attendibilità di un test si intende "la coerenza fra i punteggi rilevato con esso in due momenti successiviQuale indice di attendibilità (coerenza interna) viene utilizzato più spesso?l'alpha di cronbach, il cui valore indica che i soggetti esaminati esprimono un atteggiamento coerente riguardo a ciascun item di ciascuna dimensioneQuali sono le soglie più utilizzate per determinare se un Alpha di Cronbach è abbastanza elevato?0.70Descriva i 4 tipi di validità di una scala.1)di contenuto: il grado in cui gli item rappresentano adeguatamente la definizione del costrutto 2)concorrente: Permette di correlare il risultato al test da validare con un altro test precedente già valido che misura la stessa caratteristica. 3)predittiva: è il grado in cui il punteggio del test può essere utilizzato per formulare previsioni su comportamenti futuri. 4)del costrutto: Riguarda la precisione della definizione del costruttoQuale metodo consente di determinare la direzione causale della relazione tra due variabili?il metodo sperimentaleDescriva il metodo sperimentale. Quali sono le fasi di ricerca nel metodo sperimentale?Il Metodo Sperimentale è l'unico modo per rispondere a domande di ricerca sull'origine (o la causa) di certi effetti. le fasi sono: -la creazione di un contesto per introdurre la VI -la manipolazione della VI -la misurazione della variabile dipendente -il debriefingA cosa si riferisce il debriefing o follow-up?ai soggetti vengono spiegate le vere finalità dell'esperimentoQuali tipi di disegni sperimentali conosce?-disegni pre-sperimentali -veramente sperimentali -entro i soggetti -tra i soggettiDescriva un disegno 'veramente sperimentali'.lo sperimentatore ha un controllo completo sull'esperimento, quindi sulla presentazione delle condizioni, sul contesto dell'esperimento e sull'assegnazione casuale dei soggetti alle condizioniDescriva il disegno fattoriale.I disegni sperimentali fattoriali sono disegni in cui si vuole valutare nello stesso esperimento l'effetto di 2 o più variabili indipendentiSpieghi e illustri con un esempio quando una variabile e moderatore e quando moderatoreIl moderatore: è una variabile che interagisce con la variabile indipendente. Quindi abbiamo un effetto di interazione tra la variabile indipendente con un'altra variabile (il moderatore)Spieghi la validità interna ed esterna della ricerca.La validità esterna viene aumentata quando si può dimostrare che una determinata relazione può evidenziarsi in popolazioni diverse, con strumenti diversi e in contesti diversi. mentre la validità interna permette di essere sicuri che nient'altro che la variabile indipendente può influenzare la variabile dipendenteMinacce alla validità interna della ricerca.il cambiamento nelle capacità dei soggetti o delle condizioni di osservazione, il deterioramento dello strumento, oppure l'abbandono di alcuni soggettiQuestioni etiche nella ricerca sociale:Cinque temi principali: 1. Benessere dei partecipanti: evitare di danneggiare i partecipanti 2. Inganno: debriefing 3. Riservatezza o privacy delle informazioni 4. Consenso informato: libertà di abbandonare l'indagine 5.Deve essere richiesta un'approvazione alla commissione eticaweinernella teoria attribuzionale di .......... le cause del comportamento vengono ricercate sulla base della controllabilità, della stabilità o meno di un'azionenella trasformazione dei concetti teorici in variabili rilevabili e misurabilil'operazionalizzazione di una variabile consistenell'elaborazione delle informazioni il soggetto pone il dato percettivo lungo un'ampia categoria di giudiziosecondo il modello continuumle emozioni influenzano il nostro giudizio e pensieronella teoria dell'infusione d'affettouniversalismo e particolarismoquale di queste categorie non fa parte delle dimensioni culturali di hofstedespecificità bassa, consenso basso e consistenza altasecondo la teoria ANOVA quando si può attribuire la causalità interamente all'attorespecificità, consenso e consistenza altesecondo la teoria ANOVA quando si può attribuire la causalità esternamente al bersagliospecificità alta e consenso e consistenza bassesecondo la teoria ANOVA quando si può attribuire la causalità alle circostanzea fattori interni, perchè gli effetti non comuni della scelta effettuata sono non desiderabili per la maggior parte delle personesara sceglie un lavoro in un'agenzia con stipendio basso rispetto a lavorare in un'azienda prestigiosa, a cosa viene attribuita la sceltala variabile indipendentein una ricerca si vuole studiare l'effetto del numero di pubblico sulla disponibilità ad aiutare gli altri. in questo caso il numero di pubblico è?il metodo sperimentaleil metodo usato per stabilire rapporti causali tra due variabili è:cause interne; fattori esternil'effetto attore-osservatore consiste nell'attribuire il comportamento degli altri a ...... e il proprio a .........negativi outgroup; positivi outgroupsecondo l'errore ultimo della teoria attribuzionale, i fattori interni sono causa di comportamenti ...... e i fattori esterni sono causa di comportamenti .....ignorare i tassi base di frequenza e concentrarsi sul caso specificoquando una persona riceve informazioni su un caso specifico anche se queste contraddicono i dati del tasso base di frequenza, queste tendono a:verbi di stato e aggettiviper definire i comportamenti positivi dell'ingroup vengono usatinei gruppi si viene a creare una norma di rispostaquando viene presentato uno stimolo ambiguo